Il mercato dell’olio di oliva – dicembre 2017

La produzione mondiale della campagna 2017/2018 dovrebbe restare sotto i tre milioni di tonnellate, con un incremento del 14% rispetto ai 2,6 milioni di tonnellate della campagna precedente. Risultato questo sicuramente positivo anche se non all’altezza di aspettative che erano ben al di sopra di tali volumi.
La Spagna ha scontato l’annata particolarmente siccitosa con una riduzione stimata del 15% che porta la produzione poco al di sopra del milione di tonnellate. C’è molta soddisfazione, invece, in termini di stato di salute delle olive perché l’assenza di malattie quest’anno ha giocato in favore della qualità.  Incrementi piuttosto rilevanti si prevedono in Grecia (+44%) e in Turchia (+62) per un volume che in entrambi i casi si stima a 280 mila tonnellate. In Tunisia la produzione della campagna 2017/2018 si presenta piuttosto abbondante grazie anche all’entrata in produzione di nuovi impianti e ad altri importanti investimenti fatti nel settore; le stime ufficiali Coi parlano di 220 mila tonnellate, più del doppio rispetto alla campagna scorsa, ma l’asticella potrebbe anche posizionarsi più in alto viste le prime notizie dalla Tunisia sulle frangiture che registrano rese alte rispetto alla norma.

Fonte: Ismea Mercati

Lascia un commento